Nel R15 a Berlino vince Nato, ma i campioni del mondo sono Nyck de Vries e Mercedes-EQ

Il Round finale della Stagione 7 a Berlino è stato come andare sulle montagne russe per Nyck de Vries, nel tentativo di diventare il campione del mondo dell'ABB FIA Formula E. Norman Nato (ROKiT Venturi Racing) ha ottenuto la sua prima vittoria e ha concluso la gara davanti a Oliver Rowland (Nissan e.dams) e Stoffel Vandoorne, mentre Mercedes-EQ ha conquistato il titolo mondiale dei costruttori.

Alla vigilia del Round 15 del BMW i E-Prix di Berlino presentato da CBMM Niobium non mancava alcun elemento per poter assistere a una gara davvero avvincente: 13 piloti in lizza per il titolo, di cui quattro favoriti... con la Formula E lo spettacolo è sempre assicurato.

Già al via della gara, la situazione è stata disastrosa per Mitch Evans (Jaguar Racing): nonostante fosse il favorito, viste le sue notevoli prestazioni nelle Qualifiche e le posizioni in griglia dei suoi diretti sfidanti, tutti al di fuori del gruppo dei primi 10, purtroppo non è riuscito a partire. I piloti del gruppo alle sue spalle sono riusciti a evitare l'auto ferma in pista ad eccezione di Edo Mortara (ROKiT Venturi Racing), un altro protagonista della corsa al titolo. Il tremendo impatto, dal quale i piloti sono usciti fortunatamente illesi, è costato la gara a entrambi.

Questo episodio ha dato la possibilità a Jake Dennis (BMW i Andretti Motorsport) di essere virtualmente il nuovo Campione del mondo, visto che l'attuale leader della classifica piloti Nyck de Vries (Mercedes-EQ) in quel momento si trovava fuori dalla zona punti. Alla ripartenza dopo la bandiera rossa, che era stata esposta al fine di recuperare le auto coinvolte nell'incidente sulla linea di partenza, un altro contendente al titolo, Jake Dennis, è stato costretto a lasciare la gara. Il pilota britannico ha dovuto infatti frenare bruscamente prima della Curva 1 e il bloccaggio delle ruote gli ha fatto perdere il controllo dell'auto che ha colpito le barriere.

La situazione è cambiata di nuovo, con De Vries ora tranquillo alla guida della sua Mercedes-EQ, in cerca della possibilità di conquistare anche il titolo delle squadre con Vandoorne in testa al gruppo. Durante il primo giro di attivazioni dell'ATTACK MODE, Nato ne ha approfittato per superare Vandoorne al decimo giro: la seconda attivazione del boost di potenza extra da 35 kW del pilota belga gli ha consentito di posizionarsi tra i primi sei.

La lotta per la zona punti è stata accanita: grazie all'ottavo posto di De Vries e al podio di Vandoorne, la Mercedes ha conquistato punti sufficienti per aggiudicarsi il titolo costruttori. Nelle fasi finali della gara, una lotta con le Porsche, ha quasi causato un contatto tra l'auto di De Vries e quella di Vandoorne, ma la coppia è riuscita a evitarlo.

Nato è riuscito a distanziare il gruppo degli inseguitori, anche se la gara è stata interrotta da un secondo intervento della Safety Car MINI Electric Pacesetter, avvenuto quando Antonio Felix da Costa è stato colpito da Lucas di Grassi in corrispondenza del tornante. Questo episodio ha costretto il pilota portoghese a rinunciare definitivamente alla corona. Il pilota della Venturi ha conquistato la sua prima vittoria, seguito da Rowland, che è risalito fino al secondo posto, e Vandoorne. 

Andre Lotterer ha concluso il Round 15 al quarto posto davanti ad Alex Sims (Mahindra Racing), Pascal Wehrlein e a un risorto Sam Bird, che ha recuperato molte posizioni dopo esser partito dal 22° posto, facendo del suo meglio per sfruttare le possibilità che aveva il team Jaguar Racing di vincere il Campionato del mondo costruttori. Un chiaro segnale, questo, che con un pizzico di fortuna in più il pilota britannico avrebbe potuto ottenere un risultato migliore tra i contendenti al titolo in questo fine settimana.

De Vries è arrivato ottavo, seguito da Rene Rast (Audi Sport ABT Schaeffler), che ha realizzato un altro TAG Heuer Fastest Lap mentre recuperava posizioni fino ad arrivare alla zona punti dopo esser partito dal 19° posto.

Alla fine, De Vries è riuscito ad aggiudicarsi il primo titolo di Campione del mondo di Formula E davanti a Mortara e Dennis. Questa vittoria, combinata con il podio del suo compagno di squadra, Vandoorne, ha consentito anche alla Mercedes-EQ di vincere il Campionato del mondo costruttori, davanti a Jaguar Racing e DS TECHEETAH.

La reazione del campione del mondo

"Sono senza parole" ha affermato De Vries. "Mi dispiace essere un po' emozionato. È stata una stagione così difficile con alti e bassi. Si è ridotto tutto all'ultima gara. Siamo contenti che tutti stiano bene dopo la partenza, ma abbiamo corso una gara incredibile. A volte mi sono sentito un bersaglio e il mio unico desiderio era solo portare a casa il risultato".

Non perderti gli articoli, i tempi, le storie inedite e i risultati del BMW i E-Prix 2021 di Berlino presentato da CBMM Niobium