Organizzare un evento sostenibile

Avendo ottenuto la certificazione ISO20121, ci impegniamo a gestire i nostri eventi in modo sostenibile per contribuire a raggiungere il nostro obiettivo di un futuro più pulito, più velocemente.

Promuovere la riduzione dei rifiuti e il riciclaggio

In questa stagione, abbiamo introdotto una serie di nuove iniziative per aiutare a educare e ispirare il nostro intero ecosistema a riciclare, riducendo al contempo la quantità di rifiuti prodotti in loco e inviati in discarica. 

Grazie alla nostra partnership con Umicore, ora abbiamo un approccio a ciclo chiuso al riciclaggio delle nostre batterie agli ioni di litio.

Utilizziamo solo due set di pneumatici ibridi per auto per evento, appositamente progettati da Michelin per tutte le condizioni atmosferiche e completamente riciclabili dopo l'uso. L'utilizzo di pneumatici ibridi riduce la spedizione di pneumatici del 30-50% rispetto agli altri sport motoristici.

un rack con pneumatici Michelin in una corsia box della Formula E

Lavorando in stretta collaborazione con Allianz, abbiamo introdotto le stazioni di idratazione e distribuito sacche d'acqua riutilizzabili e riciclabili nell'apposita Fan Zone - Allianz E-Village - e, al tempo stesso, abbiamo comunicato ai venditori la fornitura di bottiglie di plastica monouso presso il luogo dell'evento. Nella quinta stagione, siamo riusciti a salvare l'equivalente di oltre 200.000 bottiglie di plastica monouso da 330 ml.

Nelle aree ad alta attività nel corso degli eventi di Formula E, è possibile incontrare i "Recycling Ranger" che istruiscono i team, il personale e gli spettatori su come massimizzare il riciclaggio e ridurre al minimo i rifiuti. Il nostro tasso di riciclaggio medio complessivo è stato del 52% per gli eventi della quinta stagione.

Leggi informazioni sull'impatto positivo che abbiamo avuto a Città del Messico nella quinta stagione grazie ai nostri sforzi per ridurre i rifiuti e aumentare il riciclaggio durante l'evento.

Misurare e monitorare la nostra impronta di carbonio

Dopo ogni stagione, collaboriamo con Quantis, una società di consulenza esterna in materia di sostenibilità, per calcolare la nostra impronta di carbonio nell'ambito della valutazione del ciclo di vita dei nostri eventi.

La valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment, LCA) offre una visione olistica della produzione, dello svolgimento e della fine dell'evento attraverso l'esecuzione di un'analisi dell'impatto dell'intero ciclo di vita dei materiali, compresi i casi in cui questi vengono riciclati o riutilizzati. Le aree dell'attività della Formula E che vengono analizzate comprendono il trasporto delle merci, i viaggi del personale, i viaggi degli spettatori, il cibo per gli eventi, le infrastrutture, il rivestimento del circuito e il consumo di energia e, a partire dalla quinta stagione, lo sviluppo e la produzione delle auto Gen2

L'impronta ecologica della quinta stagione di Formula E è stata equivalente a 45.000 tonnellate di CO2, provenienti dalle seguenti attività: 

Stagione dopo stagione, monitoriamo e misuriamo continuamente i nostri impatti ambientali per capire dove possiamo apportare miglioramenti reali nelle operazioni e nella pianificazione. Durante le prime cinque stagioni, il nostro maggiore impatto sul clima è stato causato dalle emissioni di gas serra generate dal trasporto tra i vari siti in cui si sono svolte le gare. Al fine di ridurre il nostro impatto sul clima, dobbiamo ottimizzare il calendario delle gare in modo che sia possibile fare spedizioni utilizzando navi e treni piuttosto che il trasporto aereo. 

Inoltre, possiamo ridurre notevolmente l'impronta di carbonio degli eventi collaborando con i nostri fornitori per garantire che i materiali utilizzati e i prodotti, come il cibo servito in occasione delle gare, abbiano un basso impatto.

Promuovere soluzioni sostenibili nell'ambito della nostra catena di distribuzione

Nella quinta stagione, abbiamo lanciato dei nuovi cartelloni pubblicitari e a bordo pista sostenibili e rivoluzionari in occasione delle gare, grazie alla collaborazione con il fornitore globale di cartellonistica pubblicitaria CSM Live. Per la prima volta in assoluto, abbiamo iniziato a utilizzare materiale non in PVC per i cartelloni a bordo pista per di ridurre la produzione di plastica e rifiuti.

In collaborazione con HEXIS, produttore specializzato e affermato partner della catena di distribuzione, CSM Live ha sviluppato una nuova pellicola adesiva innovativa in polipropilene per soddisfare i requisiti specifici delle gare di Formula E. Con l'inizio della quinta stagione, i nuovi cartelloni a bordo pista sono andati a sostituire i materiali usati in precedenza e ciò contribuirà a ridurre il nostro impatto ambientale grazie all'eliminazione di 35 chilometri di potenziali rifiuti in PVC. Questo cambiamento verrà completato nella sesta stagione.

Ritorna alla homepage sulla sostenibilità per saperne di più sulle nostre iniziative di sostenibilità.